Girls Education Challenge

Questo progetto, finanziato dal governo britannico (DFID) e implementato da un consorzio guidato da Relief International e composto da GRT, CISP, ADRA, CfBT, Africa Future e il Somali Service in collaborazione con il Ministero dell'educazione somalo, ha come scopo quello di ispirare il cambiamento in Somalia ed assicurare alle ragazze marginalizzate l' opportunita' di ottenere un'educazione attraverso la scuola e metterle in condizione di auto-sostenersi ed uscire dalla condizione di poverta' estrema in cui versano. 

 

Obiettivo: 

 

Il principale obiettivo di questo progetto e' quello di assicurare un'adeguata educazione alle ragazze somale e in questo modo di garantir loro e alle loro famiglie un futuro migliore. Oltre a inserire le ragazze stesse nelle scuole, il progetto mira a far in modo che le ragazze gia' frequentanti le scuole vi possano rimanere, diminuendo cosi il tasso di abbandono scolastico che, senza questo intervento, toccherebbe il 69%. 

Il compito principale di GRT e' quello di fornire supporto psicosociale e training in questo campo e in tutte le localita' di implementazione del progetto stesso. 

 

Descrizione delle attivita':

 

Per poter raggiungere lo scopo di questo progetto e' stato necessario portare a termine una serie di attivita' differenti, tutte volte alla salvaguardia e all'empowerment di ragazze e bambine. In particolare sono state inizialmente condotte visite porta a porta per poter individuare le ragazze piu' vulnerabili e marginalizzate ed instaurare un dialogo con loro e con gli altri attori influenti nella societa', quali gli anziani appartenenti ai vari clan e le insegnanti. 

Oltre a cio', c'e' stato poi un dialogo con i gruppi di advocacy sui diritti delle donne e sull'importanza del supporto psicosociale alle stesse e alle ragazze e bambine e' stato fornito un kit sanitario per poter provvedere in maniera piu' efficace alla loro igiene mestruale, troppe volte causa di abbandono scolastico. 

A supporto delle attivita' previste dal progetto e' stata inoltre introdotta una borsa di studio per le studentesse e le insegnanti piu' meritevoli. 

Il ruolo principale di GRT e' stato quello di fornire training sul supporto psicosociale e supporto stesso, includendo visite familiari e assicurando sempre il benessere delle ragazze e bambine beneficiarie del progetto. 

Beneficiari

 

Questo progetto identifica come principali beneficiari 27,750 ragazze Somale tra i 6 e i 19 anni, provenienti da zone rurali o facenti parte della categoria IDPs (Internally Displaced Persons). In particolare il progetto si propone di migliorare le condizioni di vita e l'accesso all'educazione di 10,000 ragazze in Somaliland, 10,000 in Puntland e 7,750 nel Centro-Sud Somalia. Tra queste, particolare attenzione viene posta alle ragazze piu' vulnerabili, come quelle orfane o disabili. 

Risultati


Il risultato principale di questo progetto e' stato il supporto dato alle ragazze somale nel potersi iscrivere a scuola e poter proseguire gli studi e il supporto dato alle scuole stesse per far in modo che potessero creare un ambiente consono all'educazione femminile.

Oltre a questo, supporto e' stato fornito anche al Ministero dell'Educazione perche' potesse fungere da leader nella promozione dell'educazione di ragazze e bambine e monitorare l'uguaglianza di genere nell'accesso all'educazione.

La Comunita' Somala, le madri e le ragazze stesse sono state inoltre sensibilizzate al tema dell'educazione e all'importanza della loro partecipazione attiva nella promozione della stessa.

GRT ha fornito training sul supporto psicosociale ai leaders dei Club femminili, alle insegnanti e ai mentori donne in tutte e tre le localita': Somaliland, Puntland e Somalia Sud-Centrale.

Fondi

Image result for uk aid logo

Minori in difficoltà

 

La strada e' un percorso formativo per molti bambini e allo stesso tempo rappresenta un contenitore ampio e fascinoso ma spesso terribile.

Questa e' la realta' dei bambini di strada in Nepal, Romania, Nicaragua, Somalia, ma anche delle grandi citta' europee, con i loro bambini stranieri non accompagnati.

Quello che GRT propone e' un incontro sui diritti e i desideri dei bambini prima ancora che una proposta riabilitativa. 

Somalia

 

Nella Somalia sud-centrale, in Somaliland e in Puntland decenni di guerra civile e instabilita' socio-politica hanno destabilizzato la salute mentale di intere comunita' e la capacita' delle persone di far fronte a situazioni di particolare stress emotivo e psicologico e' notevolemente diminuita. Come conseguenza di cio', i casi di persone malate di mente sono aumentati a dismisura arrivando a fare della Somalia uno dei paesi con il piu' alto tasso di persone colpite da malattie mentali nel mondo intero. 

Nella tradizione Somala le persone con malattie mentali sono da sempre oggetto di discriminazione, isolamento sociale e stigmatizzazione oltreché soggette ad incatenamento per impedir loro di muoversi o scappare. 

Tuttavia, nonostante la situazione preoccupante, la salute mentale continua a rimanere un tema totalmente trascurato in tutto il territorio Somalo. Le questioni inerenti la salute mentale non sono quasi mai una priorita' delle autorita' locali e l'investimento delle agenzie umanitarie sulla questione risulta estremamente basso, lasciando di conseguenza le organizzazioni locali incapaci di far fronte alla situazione e con poche risorse a disposizione. Questa situazione ha cosi creato una condizione per la quale la cura delle persone con disabilita' mentale e' interamente affidata alle loro famiglie o ai curatori tradizionali. 

In questo contesto GRT ha portato avanti diversi progetti allo scopo di aiutare le persona con problemi di salute mentale e le loro famiglie, oltreché favorire lo sviluppo di migliori centri di salute mentale e istituzioni.